www.archive-org-2012.com » ORG » D » DONNE-ESTERI

Choose link from "Titles, links and description words view":

Or switch to "Titles and links view".

    Archived pages: 11 . Archive date: 2012-12.

  • Title: Associazione Donne Italiane Diplomatiche Dirigenti
    Descriptive info: .. Associazione "Donne Italiane Diplomatiche e Dirigenti" - DID.. Alla fine dell'estate 2001, un gruppo di funzionarie (Anna Teresa Frittelli, Fiammetta Milesi Ferretti, Teresa Castaldo, Gloria Marina Bellelli, Debora Lepre, Serena Lippi e Maria Letizia Santangelo), rappresentative dei vari gradi in cui si articola la carriera Diplomatica, hanno iniziato un processo di riflessione e consultazione per la costituzione di un'Associazione delle donne italiane diplomatiche.. Il 16 ottobre 2001 è stata formalmente costituita la "Associazione Donne Italiane Diplomatiche - DID ", aperta anche alla Dirigenza del Ministero degli Affari Esteri.. Nel 2008, l'Associazione ha acquisito la denominazione "Associazione Donne Italiane Diplomatiche e Dirigenti -  ...   donne ambasciatore all'estero e le donne diplomatiche e dirigenti che occupano posizioni apicali all'interno del Ministero.. Nata dall'esigenza di valorizzare la componente femminile della dirigenza degli Esteri, l’Associazione si prefigge di contribuire a realizzare compiutamente la parità e le pari opportunità e l'affermazione di una cultura basata sull'uguaglianza di genere, all'interno dell'Amministrazione e in ogni suo campo di attività.. 04/06/2010.. Aggiornamento dati sulla presenza femminile al MAE e nella rete estera - Carriera Diplomatica.. di Consiglio.. ,.. leggi la news.. 11/10/2010.. Comunicato della DID sull'aggressione ad Emanuela Curnis.. Disclaimer.. -.. privacy.. mappa del sito.. contatta il webmaster.. admin.. designed by.. Angeloro Web Agency..

    Original link path: /
    Open archive

  • Title: Comunicati e news-DID
    Descriptive info: Comunicati e news.. 11/10/2010 - Comunicato della DID sull'aggressione ad Emanuela Curnis.. La collega e socia Emanuela Curnis, console a Città del Capo è stata ieri aggredita a mano armata, rapinata, minacciata di morte e di stupro e gravemente ferita.. In tali terribili circostanze Emanuela ha dimostrato sangue freddo e forza d animo al massimo grado.. La DID esprime ad Emanuela i suoi auguri più affettuosi per una pronta guarigione e per il superamento di entrambi i traumi fisico e psicologico: le siamo tutte particolarmente vicine perché ne conosciamo il coraggio e il valore come funzionario e come donna.. Anche in questa occasione la DID ribadisce che, se nessun limite deve essere posto alle donne diplomatiche nell espletamento delle proprie funzioni in rappresentanza degli interessi e della presenza italiana nel mondo, tuttavia è necessario garantirne sempre la sicurezza e le condizioni di lavoro.. di Consiglio.. 04/06/2010 - Aggiornamento dati sulla presenza femminile al MAE e nella rete estera - Carriera Diplomatica.. Al 30.. 04.. 2010, su un totale di 920 funzionari, le donne sono 148 (pari al 16% del totale contro il 16,2% del 2008).. Praticamente la metà esatta delle donne diplomatiche (50,6%) sono ai livelli iniziali della Carriera (Segretario di Legazione in Prova e Segretario di Legazione), per un totale di 75 donne, in lieve calo rispetto al 52% del 2008.. Su un totale di 31 Ambasciatori di grado, solo una è donna (il 3% circa del totale).. Su un totale di 229 Ministri Plenipotenziari, le donne sono 23, il 10% del totale (contro l 8,7% del 2008 ed il 3,6% del 2002).. Su un totale di 217 Cons.. d'Ambasciata, le donne sono 27 (pari al 12,4% del totale, contro il 9% del 2008 ).. Su un totale di 125 Cons.. di Legazione, le donne sono 22 (pari al 17,6% contro il 15,5% del 2008).. Su un totale di 311 Segretari di Legazione le donne sono 81 (pari al 26% del totale contro il 25,1% del 2008).. Su un totale di 5 Segretari di Legazione in prova le donne sono 3 (pari al 60% del totale).. Su un totale di 123 Ambasciate, le donne Capo Missione sono solo 6 (il 4% del totale).. Su 9 Rappresentanze Permanenti, solo 1 è retta da una donna (l 11% del totale).. Su 86 tra Consolati Generali, Consolati di Prima Classe e Consolati, solo 4 (pari al 4% ca) sono retti da donne, così suddivisi:.. 1 donna su 59 Consolati Generali, pari all 1,6%;.. 1 donna su 6 Consolati di Prima Classe, pari al 16,6%;.. 2 donne su 21 Consolati, pari al 9,5%.. 27/10/2009 - Rapporto 2009 sulle pari opportunità tra uomini e donne («gender gap») del World Economic Forum.. Trovate il rapporto 2009 stilato dal World Economic Forum al link:.. http://www.. weforum.. org/pdf/gendergap/report2009.. pdf.. L'Italia è a pagina 117.. di Consiglio Direttivo.. 01/10/2009 - Aggiornamento Dati sulla Presenza delle Donne nella Carriera Diplomatica e Dirigenziale.. Carriera Diplomatica.. Al 31.. 12.. 2008, su un totale di 959 funzionari, le donne sono 148 (pari al 16,2% del totale contro l 11,6% del 2002).. Più della metà delle donne diplomatiche (52,5%) sono ai livelli iniziali della Carriera (Segretario di Legazione in Prova e Segretario di Legazione), per un totale di 82 donne.. Su un totale di 24 Ambasciatori di grado, solo una è donna.. Su un totale di 216 Ministri Plenipotenziari, le donne sono 19, l 8,7% del totale (contro il 3,6% del 2002).. Su un totale di 256 Cons.. d'Ambasciata, le donne sono 23 (pari a circa il 9% del totale).. Su un totale di 148 Cons.. di Legazione, le donne sono 23 (pari al 15,5% del totale).. Su un totale di 290 Segretari di Legazione le donne sono 73 (pari al 25,1% del totale).. Su un totale di 25 Segretari di Legazione in prova le donne sono 9 (pari al 36% del totale).. Per quanto riguarda la situazione all'estero, le percentuali sono meno incoraggianti:.. le donne a Capo di un Ambasciata sono 8 su un totale di 123 Ambasciate.. le donne a Capo di un Consolato Generale sono 2 su un totale di 70 Consolati Generali.. vi è una sola donna a capo di una rappresentanza multilaterale su 9 totali.. Per quanto riguarda la situazione all interno del Ministero, su 17 tra Direzioni Generali e Servizi, solo 2 sono affidate a donne, oltre alla Direzione dell Istituto Diplomatico.. Carriera Dirigenziale.. A fine 2008, su un totale di 50 dirigenti di I e II fascia, il 46% è  ...   durata, è in contrasto con la conciliazione dei tempi di lavoro e dei tempi di vita e finisce con il discriminare coloro che senza fare.. lunghe pause durante la giornata non si fanno vedere fino a tardi negli uffici.. Il Segretario Generale nell incontro del 12 gennaio scorso ha concordato con tale valutazione.. E importante che tale questione venga effettivamente risolta nel quadro dell attuazione dell obiettivo strategico di cui al punto 1 di questa nota.. 4.. Sostituzione delle colleghe in congedo di maternità.. La maternità costituisce ancora oggi l occasione di maggiore discriminazione e ciò anche perché essa, tenuto conto che il periodo di astensione obbligatorio avviene in assenza di una sostituzione, viene vissuto dai superiori come una calamità.. La DID ha richiesto all Amministrazione di avviare tale pratica partendo da casi concreti.. La risposta che abbiamo ricevuto e' minimalistica: si utilizzerebbero i Segretari di Legazione in prova per due mesi nel periodo luglio-settembre.. Attendiamo peraltro di conoscere le effettive sostituzioni.. L Amministrazione dovrebbe impegnarsi per compiere un azione necessaria e per muoversi in direzione degli standards dei nostri partners UE e degli altri paesi occidentali.. 17/04/2009 - Incontro con l'On.. Ministro del 16 aprile.. Care socie,.. riportiamo qui di seguito il comunicato del MAE relativo al colloquio che abbiamo avuto ieri, che ben ne descrive il contenuto.. Abbiamo annunciato all On.. Ministro l invio di una nostra nota in cui evidenzieremo le questioni sollevate durante l incontro.. Un caro saluto a tutte,.. --.. il Consiglio Direttivo della DID.. Incontro del Ministro Frattini con la DID (Associazione Donne Italiane Diplomatiche e Dirigenti).. Roma.. 16 Aprile 2009.. Il Ministro degli Esteri, Franco Frattini, ha ricevuto oggi alla Farnesina il Consiglio Direttivo dell'Associazione Donne Italiane Diplomatiche e Dirigenti (DID).. L'Associazione raccoglie, oltre ad alcune dirigenti aministrative, circa il 75% delle donne diplomatiche, che a loro volta costituiscono circa il 15% dei diplomatici italiani.. Sono socie dell'Associazione le diplomatiche che occupano posizioni apicali all'interno del Ministero e le donne Ambasciatore all'estero.. L'incontro e' stato incentrato sui temi della parita' di trattamento tra donne e uomini e sulle azioni da svolgere per la completa attuazione delle norme vigenti in materia di pari opportunita' e parita' e per il superamento di una cultura di prevenzione e pregiudizi rispetto alle donne, incluso l'ancora diffuso atteggiamento di considerare incompatibili famiglia e carrie ra.. Riequilibrio della presenza delle donne nelle attivita' e nelle posizioni gerarchiche in cui esse sono sottorappresentate, adozione di meccanismi volti ad eliminare il rischio di penalizzazioni in caso di maternita', organizzazione del lavoro secondo criteri di maggiore efficienza e con modalita' che favoriscano la conciliazione tra vita professionale e vita familiare sono state le principali questioni sollevate dall'Associazione.. Il Ministro Frattini nel richiamare la sua massima considerazione per l'altissimo contributo delle donne diplomatiche e delle dirigenti all attività del Ministero degli Esteri ha confermato la volonta' di sostenere l'attuazione di azioni concrete nella direzione modernizzatrice indicata dalle norme in materia di pari opportunita' e parita'.. 01/08/2007 - Incontro del Ministro D'Alema con una delegazione dell'Associazione Donne Diplomatiche Italiane.. Il Vice Presidente del Consiglio e Ministro degli Esteri, Massimo D Alema, ha oggi ricevuto alla Farnesina una delegazione dell Associazione Donne Diplomatiche Italiane (DID).. L Associazione, fondata nel 2001, raccoglie circa un centinaio di diplomatiche su un totale di 139 in carriera.. Dell Associazione fanno parte anche alcune Dirigenti Amministrative del Ministero.. Nel corso dell incontro è stato affrontato il tema delle pari opportunità di carriera per le donne appartenenti al servizio diplomatico, come pure quello dell adozione di criteri di maggior trasparenza per l attribuzione di incarichi, sia all estero che all interno del Ministero.. In particolare, l Associazione trovando la piena disponibilità del Ministro - ha posto l accento sulla necessità di garantire reali possibilità di percorso professionale alle donne diplomatiche, evitando che eventi importanti come la maternità o altre vicende familiari finiscano per pesare negativamente sugli svolgimenti di carriera.. L associazione ha inoltre auspicato un rapido recepimento da parte della Farnesina della Direttiva sulle misure per attuare parità e pari opportunità tra uomini e donne nelle Amministrazioni Pubbliche , varata congiuntamente dal Ministro per le riforme e le innovazioni nella Pubblica Amministrazione e dalla Ministra per i diritti e le pari opportunità.. Il Ministro D Alema ha assicurato che intende da parte sua continuare a riservare massima attenzione alle questioni sollevate dall Associazione, anche in termini di attribuzione degli incarichi e di avanzamenti di carriera, al fine di favorire un opportuno equilibrio nell'ambito della carriera diplomatica..

    Original link path: /prog_php/comunicati_open.php?id=21
    Open archive

  • Title: Disclaimer-DID
    Descriptive info: Work in Progress.. Torna in dietro.. designed by..

    Original link path: /disclaimer.htm
    Open archive
  •  

  • Title: Privacy-DID
    Original link path: /privacy.htm
    (No additional info available in detailed archive for this subpage)

  • Title: Mappa del sito-DID
    Descriptive info: index.. Il 16 ottobre 2001 è stata infine formalmente costituita la "D.. I.. D.. - Associazione Donne Italiane Diplomatiche", aperta anche alla dirigenza amministrativa del Ministero degli Affari Esteri.. Oggi, l’Associazione raccoglie circa il 75% della componente femminile della carriera diplomatica.. comunicati.. In questa pagina verranno inseriti tutti i comunicati e le novità riguardanti l'associazione Donne Italiane Dirigenti e Diplomatiche.. contatti.. Cons.. Leg.. Laura Aghilarre.. Segr.. Aurora Russi (06 36914345).. E-mail:.. did_consiglio@email.. it..  ...   dagli anni passati ad oggi.. privacy.. programma del consiglio in carica.. Nata dall'esigenza di valorizzare la componente femminile della dirigenza degli Esteri, la DID si prefigge di contribuire a realizzare compiutamente la parità e le pari opportunità e l'affermazione di una cultura basata sull'uguaglianza di genere, all'interno dell'Amministrazione e in ogni suo campo di attività.. statuto.. In questa pagina è riportato integralmente lo statuto dell' Associazione Donne Italiane Diplomatiche e Dirigenti.. contact webmaster..

    Original link path: /mappa.htm
    Open archive

  • Title: Login amministratore
    Descriptive info: Login.. Utente.. Password..

    Original link path: /prog_php/login.php
    Open archive

  • Title: Contatti-DID
    Descriptive info: Associazione Donne Italiane Diplomatiche e Dirigenti.. Piazzale della Farnesina, 1.. 00135 - ROMA.. Visualizzazione ingrandita della mappa.. Contatti.. Segretario Esecutivo: Cons.. Serena Lippi..

    Original link path: /contatti.htm
    Open archive

  • Title: Link d' interesse-DID
    Descriptive info: Link d'interesse:.. Presidenza del Consiglio dei Ministri, Dipartimento per le Pari Opportunità.. Comitato Pari Opportunità del Ministero Affari Esteri.. Associazioni Imprenditrici e Donne Dirigenti d'Azienda.. Women Watch ONU.. Fondazione Marisa Belisario.. Ufficio consigliera nazionale parità..

    Original link path: /link.htm
    Open archive

  • Title: Organi dell' associazione_DID
    Descriptive info: STATUTO.. ORGANI DELLA DID.. PROGRAMMA DEL CONSIGLIO IN CARICA.. L'Associazione comprende socie fondatrici, socie effettive e socie onorarie.. Sono socie fondatrici coloro che hanno promosso l'Associazione e ne hanno firmato l'Atto Costitutivo.. Sono socie effettive le donne diplomatiche e dirigenti che ne facciano richiesta.. Sono socie onorarie, senza diritto di voto, coloro che si sono particolarmente distinte a livello scientifico, politico ed operativo nel contribuire alla soluzione dei problemi attinenti  ...   L'Assemblea Generale delle socie;.. Il Consiglio Direttivo.. Consiglio in carica per il biennio 2008-2010:.. Presidente: Laura Aghilarre.. Vice Presidente e Tesoriera: Laura Carpini.. Segretaria Esecutiva: Aurora Russi.. Consigliere: Elena Basile.. Consigliere: Caterina Bertolini.. Consigliere: Rosa Maria Chicco.. Consigliere: Maria Romana Destro Bisol.. Consiglio 2006-2008:.. Presidente: Valeria Spinelli.. Vice Presidente e Tesoriera:Catherine Flumiani.. Segretaria Esecutiva: Laura Aghillare.. Consigliere: Anna Della Croce.. Consigliere: Itala Occhi.. Consigliere: Laura Carpini.. Consigliere: Maria Chiara Greggi..

    Original link path: /organi_did.htm
    Open archive

  • Title: Programma del consiglio in carica_DID
    Descriptive info: PROGRAMMA DEL CONSIGLIO DID 2010-2012.. Il Consiglio attuerà il suo programma attraverso un dialogo regolare ed intenso con gli interlocutori istituzionali al MAE (DGRO, SG, GAB), gli opportuni incontri con l’on.. Ministro ed i Sottosegretari, nonché scambi di esperienze e collaborazioni con i sindacati del MAE e il CPO.. RIEQUILIBRIO DELLA PRESENZA FEMMINILE NELLE POSIZIONI DI VERTICE ED APICALI DEL MAE E DELLA RETE, NONCHE’ AL SEAE.. Il Consiglio si propone di raggiungere tale obiettivo attraverso le seguenti azioni:.. costante azione di lobby, anche informale, per l’accesso delle donne al Vertice dell’Amministrazione.. Uguale azione in occasione di nomine, trasferimenti (in particolare se relativi a grandi Ambasciate e Rappresentanze permanenti) e promozioni, anche in vista delle nomine previste in attuazione della riorganizzazione del MAE;.. analisi, con la consulenza di uno studio legale, delle effettive modalità di applicazione al MAE del Decreto legislativo 5/2010 del 25 gennaio 2010;.. tenere aperto un confronto con l’Amministrazione volto ad incoraggiare e promuovere le candidature di funzionarie donne al SEAE, sulla base di quanto emerso dall’incontro con l’On.. Ministro del 2 agosto 2010.. AFFERMAZIONE DEL PRINCIPIO DELLA PARITA’ E DELLE PARI OPPORTUNITA’ NEGLI STRUMENTI DI PIANIFICAZIONE E FORMAZIONE DEL MAE.. Al riguardo, oltre ad effettuare un monitoraggio della concreta applicazione del principio già inserito negli obiettivi strutturali del MAE, si intende richiedere all’Amministrazione di intraprendere le seguenti azioni:.. inserimento del principio all’interno degli obiettivi strategici del MAE per il triennio 2011-2013;.. inserimento periodico della questione all’ordine del giorno del Consiglio di Amministrazione; audizione di una rappresentante della DID;.. inserimento di un riferimento alle Pari Opportunità nel nuovo Accordo giuridico;.. inserimento di una formula specifica  ...   In base alle segnalazioni delle socie, il Consiglio vigilerà sulla persistenza di alcune distorsioni del sistema che hanno sempre penalizzato le donne (ad es.. , note di valutazione mediocri in coincidenza del congedo di maternità).. ADOZIONE DI UN LINGUAGGIO PIU’ EQUILIBRATO DAL PUNTO DI VISTA DEL GENERE.. Il Consiglio:.. insisterà perché si dia applicazione alla direttiva sulle Pari Opportunità nella Pubblica Amministrazione del 2007 che dispone (Cap.. VI, lettera e) “Le Amministrazioni devono [….. ] utilizzare in tutti i documenti di lavoro un linguaggio non discriminatorio, come usare il più possibile sostantivi e nomi collettivi che includano persone dei due generi”.. Il Consiglio segnalerà alla DGRO l’uso di un linguaggio non appropriato;.. parteciperà/collaborerà al Convegno sul linguaggio dell’ISDI.. AGGIORNAMENTO DELLA PAGINA WEB.. Attraverso:.. costante inserimento delle novità e di un breve resoconto degli incontri realizzati o delle attività intraprese;.. riorganizzazione, avvalendosi di una consulenza informatica, della pagina web con l’inserimento di tasti/icone specifiche quali:.. tabelle statistiche sulla presenza femminile (in linea con quanto già effettuato in preparazione de “volantino”);.. curricula delle socie;.. normativa per l’astensione dal lavoro in caso di maternità.. eventuali, ulteriori link ad altre pagine di interesse.. RAPPORTI CON L’ESTERNO.. Il Consiglio si impegna a:.. mantenere un rapporto diretto con il Ministero delle Pari Opportunità;.. sollecitare in tutte le occasioni utili le istanze politiche e/o della società civile più sensibili;.. intensificare i contatti con enti ed associazioni nazionali nel campo della parità di genere, quale emersi in occasione delle celebrazioni per il 50mo anniversario della sentenza della Corte Costituzionale (1960) che ha consentito l’accesso delle donne alle carriere pubbliche;.. celebrare il X anniversario della costituzione della DID..

    Original link path: /programma_consiglio_in_carica.htm
    Open archive

  • Title: Statuto dell' associazione_DID
    Descriptive info: Art.. 1.. È costituita tra le donne italiane diplomatiche e dirigenti del Ministero Affari Esteri l'associazione "D.. - Associazione donne italiane diplomatiche e dirigenti", con sede in Roma, presso il Ministero degli Affari Esteri.. L'adesione all'Associazione non è incompatibile con l' iscrizione ad altre associazioni.. 2.. L'Associazione "D.. - Associazione donne italiane diplomatiche e dirigenti” è un’associazione senza fini di lucro, indipendente ed autonoma.. L'Associazione si propone di:.. intraprendere le azioni necessarie per contribuire ad assicurare la piena applicazione delle normative vigenti in materia di parità e pari opportunità all’interno del Ministero degli Esteri, sia nell’ambito delle direzioni e servizi dell’ Amministrazione centrale, sia nell’ambito della rete estera;.. presentare proposte e promuovere, direttamente o indirettamente , iniziative, a livello nazionale e internazionale, di interesse delle associate, attraverso la collaborazione e lo scambio con altri Ministeri, associazioni, comitati , sindacati e altri enti competenti per materia;.. fornire uno specifico contributo propositivo per una maggiore efficienza ed efficacia del Ministero degli Affari Esteri nel suo complesso, anche in relazione alla pianificazione delle attività, all'impatto di genere ed alla promozione della condizione femminile nel mondo;.. agevolare e stimolare la crescita professionale e la formazione permanente tra le sue associate anche attraverso incontri con donne diplomatiche e dirigenti amministrative di altri Paesi;.. promuovere riunioni, convegni, seminari e curare pubblicazioni ed ogni altra iniziativa rispondente alle finalità istituzionali.. Svolgere azioni a favore delle donne nel mondo, in particolare nei paesi in cui la condizione femminile ha maggiormente bisogno di sostegno.. Il fondo comune dell'Associazione è costituito dalle quote associative, da altre eventuali erogazioni di associati e terzi, anche a titolo di donazione, dalle acquisizioni e dai proventi derivanti dalle attività dell'Associazione stessa, nonché da contributi esterni di qualsivoglia natura.. 4.. L'Associazione comprende fondatrici , socie effettive e socie onorarie.. La proposta può anche essere rivolta a diplomatiche e dirigenti che abbiano lasciato il Ministero per pensionamento o altri motivi.. La qualità di socia effettiva si perde per recesso e per esclusione per gravi motivi.. Le socie escluse o recedute, o che comunque abbiano cessato di appartenere all'Associazione, non hanno alcun diritto sul patrimonio sociale.. 5.. Il Consiglio Direttivo (la Presidente, la Vice-Presidente, la Segretaria Esecutiva e la Tesoriera).. 6.. L'Assemblea Generale delle Socie si riunisce almeno una volta l'anno e deve essere convocata obbligatoriamente, entro sessanta giorni, quando ne faccia richiesta scritta almeno un quinto delle socie effettive, ovvero entro sessanta giorni dalla richiesta del Consiglio Direttivo.. La convocazione deve avvenire mediante avviso ad ogni socia almeno dieci giorni prima del giorno fissato, ed indicare il luogo, il tempo e la specifica elencazione degli argomenti posti all'ordine del giorno.. È ammessa la partecipazione all'Assemblea anche a mezzo di una rappresentante socia, munita di delega scritta.. Ciascuna delegata non può essere portatrice di più di tre deleghe.. Le socie non in regola per almeno due scadenze con i versamenti delle quote associative non possono intervenire, né in persona né per rappresentanza alle  ...   sostituita dalla Vice-Presidente e, in sua assenza, dalla componente del Consiglio Direttivo con maggiore anzianità di iscrizione.. Il Consiglio si riunisce almeno due volte all'anno.. Le socie possono validamente partecipare alle deliberazioni, esprimendosi e votando per iscritto, anche per via informatica.. Per la validità delle deliberazioni è comunque necessaria la presenza in riunione di almeno cinque componenti del Consiglio.. 10.. Il Consiglio Direttivo:.. attua il programma di attività approvato dall'Assemblea Generale e delibera per iniziative concrete da assumersi nell'ambito delle linee direttive generali dalla stessa indicate;.. nell’attuazione del programma, tiene informate le socie dei risultati dei passi effettuati e delle successive iniziative previste, al fine di assicurare il più ampio coinvolgimento possibile delle iscritte nelle attività dell’associazione;.. delega ai singoli componenti ed alle socie ordinarie funzioni particolari in relazione a determinate materie organizza seminari, convegni e incontri operativi;.. propone all'Assemblea la nomina delle socie onorarie e sulla dichiarazione di recesso delle socie;.. propone all'Assemblea l'esclusione delle socie;.. delibera, quando necessario, la convocazione dell'Assemblea Generale;.. redige i verbali delle proprie riunioni e provvede alla tenuta dei registri e della documentazione relativi all'associazione;.. delibera sulle spese straordinarie.. 11.. La realizzazione dei programmi e delle delibere del Consiglio Direttivo, nonché la rappresentanza dell'associazione nei rapporti esterni è affidata ad un Comitato di Presidenza composto dalla Presidente, dalla Vice- Presidente, dalla Segretaria Esecutiva.. 12.. La Presidente ha la rappresentanza legale e la firma dell'Associazione, convoca e presiede l'Assemblea e il Consiglio Direttivo e autorizza la Tesoriera alle spese ordinarie.. In caso di impedimento è sostituita dalla Vice-Presidente e in sua assenza dalla componente del Consiglio Direttivo con maggiore anzianità di iscrizione.. 13.. La Segretaria Esecutiva provvede alla esecuzione delle delibere del Consiglio Direttivo, si occupa del disbrigo degli affari correnti e dell'attività di ordinaria amministrazione dell'Associazione.. 14.. La Tesoriera :.. provvede all'esecuzione delle deliberazioni del Consiglio Direttivo e del Comitato di Presidenza, per quanto concerne la gestione dei fondi sociali;.. prepara il bilancio preventivo e consuntivo che sottopone all'Assemblea;.. invita formalmente per iscritto le socie morose negli ultimi due anni ad effettuare il pagamento entro un termine prefissato.. 15.. Tutte le socie, ad esclusione di quelle onorarie, sono eleggibili alle cariche sociali.. Il voto è espresso a scrutinio segreto dalle partecipanti all'assemblea.. Possono essere votate tante candidate quante sono le cariche da ricoprire.. Sono elette le candidate che hanno riportato il maggior numero di voti.. Le candidate che hanno riportato pari numero di voti sono collocate nella graduatoria delle elette o delle non elette secondo l'ordine di anzianità di servizio.. Nell'ipotesi in cui taluna delle elette nel Consiglio Direttivo cessi per qualsiasi motivo dalla carica, la sua sostituzione avverrà con una delle non elette secondo la graduatoria sopra specificata.. Nel caso di sostituzione di una componente del Comitato di Presidenza la sostituta sarà eletta fra le componenti del Consiglio Direttivo.. Le socie che ricoprono cariche sociali non sono immediatamente rieleggibili per più di due volte ad una qualsiasi delle cariche sociali..

    Original link path: /statuto.htm
    Open archive



  •  


    Archived pages: 11